Olimpiadi delle Neuroscienze 2019

Condividi su
04/11/2018
Olimpiadi delle Neuroscienze 2019

Al via le Olimpiadi delle Neuroscienze 2019
iscrizioni prorogate al 1° febbraio 2019

IMPORTANTE!
Per facilitare la procedura di iscrizione, i docenti possono effettuare il bonifico direttamente dal proprio conto corrente.

Intelligenza, memoria, emozioni. Ma anche stress, invecchiamento, sonno e malattie del sistema nervoso. Questi gli argomenti su cui sono chiamati a cimentarsi gli studenti delle scuole medie superiori, per le Olimpiadi delle Neuroscienze.
Le Olimpiadi, arrivate alla IX edizione in Italia, costituiscono le fasi locale e nazionale della International Brain Bee (IBB): la competizione internazionale che mette alla prova i ragazzi di età compresa fra i 13 e i 19 anni sull'affascinante mondo delle Neuroscienze.

Promotore dell’evento nazionale è la Società Italiana di Neuroscienze (SINS), la più importante società scientifica nazionale a carattere interdisciplinare per lo studio del Sistema Nervoso e delle sue malattie. Per il primo anno le Olimpiadi sono organizzate dall'Istituto di Scienze Neurologiche del CNR di Pisa, che ospiterà la finale nazionale. In Piemonte le Olimpiadi sono coordinate dalla nostra ricercatrice Marina Boido, in collaborazione con il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino.

Obiettivo principale della competizione è accrescere l'interesse per lo studio della struttura e del funzionamento del cervello umano, l'organo più complesso del nostro corpo, e attrarre giovani talenti alla ricerca nei settori delle Neuroscienze sperimentali e cliniche, che rappresentano la grande sfida del nostro millennio.

L’evento nasce negli Stati Uniti nel 1998 e attualmente coinvolge più di 40 paesi in tutto il mondo. L’Italia partecipa alla competizione internazionale dal 2010 con le Olimpiadi delle Neuroscienze che hanno progressivamente coinvolto tutto il territorio italiano fino ad arrivare nell’edizione del 2018 a 18 regioni con oltre 210 scuole e la partecipazione di 5500 studenti.

Il vincitore, che rappresenterà l'Italia, riceve una borsa di studio per partecipare alla competizione internazionale (IBB) che si terrà a Daegu (Corea del Sud) nell’ambito del 10th IBRO World Congress of Neuroscience (21-25 settembre 2019).

Le Olimpiadi della Neuroscienze si articolano in 3 fasi:

1. FASE LOCALE - 15 febbraio 2019 (o altra data da concordare con gli organizzatori locali): si svolge nelle scuole. Ogni scuola seleziona i 5 migliori allievi;

2. FASE REGIONALE - 16 marzo 2019: in Piemonte si svolgerà presso il Dipartimento di Anatomia dell'Università di Torino, in Corso Massimo d'Azeglio 52 (Torino).
In questa fase vengono selezionati i 3 migliori studenti per ogni regione.

3. FASE NAZIONALE - 3 e 4 maggio 2014: si svolgerà a Pisa, dove, tra i 3 migliori studenti di ogni competizione regionale, verrà individuato il vincitore nazionale che partecipa alla finale internazionale che si svolgerà in Corea.

Come partecipare

Per partecipare le scuole devono iscriversi compilando il form di registrazione disponibile sul sito delle Olimpiadi fino al 1° febbraio 2019 >> vai alla pagina

IMPORTANTE: Per la partecipazione è previsto un contributo di 2 euro* per ciascun studente partecipante alla fase locale, che le singole scuole dovranno versare alla Società di Neuroscienze secondo le modalità indicate nel modulo di iscrizione.
Nella pagina di registrazione è indicata la procedura per richiedere la fattura elettronica. Per procedere con l'iscrizione occorre aver effettuato il bonifico e indicare il CRO. 

* La quota di 2 euro contribuirà a sostenere le spese della fase nazionale. Come nelle edizioni precedenti sono previsti dei contributi per le spese di viaggio, differenziato a seconda della regione di provenienza, e vitto/alloggio per ciascun partecipante alla fase nazionale e per i docenti/accompagnatori (uno per regione).

Che cosa studiare

Se la scuola decide di partecipare alla competizione, gli studenti possono prepararsi con il materiale didattico (clicca qui per andare alla pagina dedicata).

Referente organizzativa e contatti per il Piemonte: 
Barbara Magnani e-mail: barbara.magnani@unito.it

Agenda

16 febbraio 2019

Torino - 10th International Meeting STEROIDS and NERVOUS SYSTEM

Since 2001, this meeting represented an important event for basic and clinical researchers working on this emerging scientific topic. We will address state-of-the-art approaches in the field of steroids and nervous system, including behavior, epigenetics, genomic and non-genomic actions, the vitamin D, neurodegenerative and psychiatric disorders, and the interference among endocrine disruptors and steroid signaling.

Ricerca

Atassia: scoperto il difetto cellulare responsabile di una rara malattia neurologica

Un malfunzionamento dei mitocondri, le centrali energetiche delle cellule, causa lo sviluppo della SCA28, una forma ereditaria di atassia. Dopo 10 anni di studi e grazie al sostegno di Fondazione Telethon, la scoperta del team di ricerca guidato dai proff. Alfredo Brusco e Filippo Tempia dell’Università di Torino e NICO. Lo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Neurobiology of Disease.

4 dicembre 2018