Primi in Europa alle Olimpiadi delle Neuroscienze 2014

Condividi su
12/08/2014
Primi in Europa alle Olimpiadi delle Neuroscienze 2014

Prima classificata tra gli studenti europei e sesta nel mondo: Anna Pan (classe 1997), a settembre IV anno al liceo scientifico Antonelli di Novara, ha rappresentato l'Italia all'International Brain Bee, la finale internazionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze che si è tenuta nei giorni scorsi a Washington.

"Ogni anno è una grande soddisfazione per noi ricercatori vedere l'impegno e l'entusiasmo con cui i ragazzi e loro insegnanti affrontano le prove su un argomento difficile come il funzionamento del cervello – ha commentato il nostro direttore Alessandro Vercelli – La vittoria di Anna è un bellissimo riconoscimento per le neuroscienze torinesi, per noi la conferma di quanto sia importante impegnarci in attività di tipo divulgativo dedicate agli studenti, sia per avvicinare i ragazzi alla scienza, sia per comunicare con serietà e chiarezza un tema estremamente complesso come le neuroscienze".

Leggi il comunicato e l'intervista su La Stampa di Novara: "A 17 anni la più brava d'Europa in Neuroscienze"
Ann Pan (al centro) con gli altri due vincitori della finale piemontese, Simone Buccolo e Elena Savoini

Vincitori_Olimpiadi_3

Segui le Olimpiadi anche sulla nostra pagina Facebook

Agenda

26 febbraio 2020

GLIAL CELLS-NEURON CROSSTALK IN CNS HEALTH AND DISEASE

University of Turin, Italy  
The Workshop is aimed at PhD students and young Postdocs with the goal to promote a thorough understanding of the functions of glial cells in health and disease. The program includes lectures on the newest conceptual advancements and methodological approaches in the study of glial cells in synaptic functions, development and CNS diseases.

Deadline for registration: December 23, 2019.

Sportello LESIONI SPINALI

Paziente tetraplegico operato al CTO di Torino torna a usare le mani

Una notizia che abbiamo letto tutti di recente sui giornali. Noi del NICO abbiamo la fortuna di collaborare da anni con il dott. Bruno Battiston e il prof. Diego Garbossa - i chirurghi che hanno svolto l'operazione - e ci siamo fatti spiegare bene in cosa consiste l’intervento, quale era la situazione del paziente e quali saranno i possibili risultati. 
Tutto questo al di là delle semplificazioni e dei titoli roboanti dei giornali, comprensibilmente utilizzati per attirare l’attenzione dei lettori.

10 giugno 2019