The Cerebellum, Simposio in onore di Ferdinando Rossi

Condividi su
20/08/2014
The Cerebellum, Simposio in onore di Ferdinando Rossi

The Cerebellum, agosto 2014

Simposio in onore di Ferdinando Rossi: un viaggio appasionato tra i misteri del cervelletto

K. Leto, D. Carulli, A. Buffo1

In ricordo del nostro amico e collega Ferdinando Rossi, prematuramente scomparso il 24 gennaio 2014, abbiamo organizzato un simposio in occasione del nono Meeting Europeo FENS, tenutosi a Milano dal 5 al 9 luglio scorso. Il convegno si è concentrato su sviluppo e plasticità del cervelletto, i temi principali delle ricerche di Ferdinando.

Dagli interventi dei sui colleghi Giacomo Consalez, Karl Schilling, Alain Chédotal, and Chris De Zeeuw è emerso chiaramente come Ferdinando abbia avuto un enorme impatto sulla ricerca di molti scienziati come loro, così come in tutto il campo di sviluppo del cervello e della rigenerazione.

Con questo simposio abbiamo celebrato un brillante scienziato, che ha dedicato il suo lavoro alle Neuroscienze con instancabile passione e curiosità.
[ leggi l'articolo, disponibile solo in inglese ]

Cerebellum

The Cerebellum ha dedicato a Ferdinando Rossi la copertina di Agosto 2014: questa foto è infatti una delle prime da lui realizzate nel 2009, con il suo nuovo microscopio confocale Leica.

Agenda

26 luglio 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

14 novembre 2019

BraYn 2019 - dal 14 al 16 novembre a Milano

Fino al 31 luglio è possibile sottomettere gli abstract per la seconda conferenza annuale dei giovani neuroscienziati, in programma a Milano dal 14 al 16 novembre 2019.

Sportello LESIONI SPINALI

Paziente tetraplegico operato al CTO di Torino torna a usare le mani

Una notizia che abbiamo letto tutti di recente sui giornali. Noi del NICO abbiamo la fortuna di collaborare da anni con il dott. Bruno Battiston e il prof. Diego Garbossa - i chirurghi che hanno svolto l'operazione - e ci siamo fatti spiegare bene in cosa consiste l’intervento, quale era la situazione del paziente e quali saranno i possibili risultati. 
Tutto questo al di là delle semplificazioni e dei titoli roboanti dei giornali, comprensibilmente utilizzati per attirare l’attenzione dei lettori.

11 giugno 2019