5.12 - F. Cauda, Ospedale Koelliker - Università di Torino

Condividi su
Data dell'evento: 05/12/2014
seminars_2014

Venerdì 5 dicembre - ore 14:00
Aula seminari, NICO

Resting state functional connectivity: una finestra sul funzionamento a riposo del cervello 
Franco Cauda
CCS fMRI, Ospedale Koelliker e Dipartimento di Psicologia – Università di Torino

La connettività funzionale in REST - o Resting state functional connectivity - è  un metodo di imaging cerebrale funzionale che può essere utilizzato per valutare le interazioni cerebrali regionali che si verificano quando un soggetto è “a riposo” ovvero non sta eseguendo un compito esplicito. 

franco_cauda

L’attività cerebrale a riposo si osserva attraverso cambiamenti nel flusso di sangue nel cervello che possono essere misurati mediante la risonanza magnetica (fMRI).

L’attività cerebrale è presente anche in assenza di un compito specifico, le fluttuazioni apparentemente casuali di tale attività permettono, mediante opportune analisi statistiche di esplorare i pattern di connettività funzionale del cervello in vivo.

Tale approccio è utile sia per esplorare l'organizzazione funzionale del cervello sano che per indagare eventuali alterazioni causate da patologie neurologiche e psichiatriche.

Ospite: Alessandro Vercelli

download pdf

Ricerca

Interferenti endocrini. Il Parlamento europeo impegna la Commissione a emanare norme più restrittive

Buone notizie da Bruxelles. Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza una risoluzione che impegna la Commissione (vecchia e nuova) a emanare entro giugno 2020 una normativa più restrittiva che disciplini cosmetici, giocattoli e imballaggi alimentari e che - finalmente - applichi agli EDCs le stesse cautele usate per i composti classificati come sospetti cangerogeni. Una tesi a lungo sostenuta dalla Endrocrine Society e fortemente osteggiata dai rappresentanti della industria chimica.

30 aprile 2019