Brain Research, G. Panzica

Condividi su
08/09/2014
Brain Research, G. Panzica

Brain Research, settembre 2014

Chronic unpredictable stress and long-term ovariectomy affect arginine-vasopressin expression in the paraventricular nucleus of adult female mice.

Grassi D1, Lagunas N2, Calmarza-Font I2, Diz-Chaves Y2, Garcia-Segura LM2, Panzica GC3

Durante la menopausa sono frequenti i fenomeni depressivi legati allo stress. In questa ricerca di base abbiamo studiato gli effetti dello stress cronico impredicibile (stimoli stressogeni presentati in maniera casuale all'animale sperimentale) in femmine di topo ovariectomizzate da lungo tempo (modello di deprivazione di ormoni ovarici come in menopausa).

Tra i vari fattori neuroendocrini che possono regolare l'asse di risposta allo stress, è compresa la vasopressina, prodotta, tra gli altri, dai neuroni magnocellulari del nucleo paraventricolare ipotalamico. I risultati di questa ricerca indicano una differenziazione funzionale ed una diversa capacità di rispondere agli stimoli (ovariectomia, stress o la combinazione dei due fattori) del sistema a vasopressina del nucleo paraventricolare.
[PubMed]

Graphical abstract

panzica_Graphical_Abstract

Ovariectomy and Chronic Unpredictable Stress differentially affect expression of arginine vasopressin in the mouse PVN

 
1Cajal Institute, CSIC, Madrid, Spain; University of Torino, Department of Neuroscience "Rita Levi Montalcini", Torino, Italy; Institute of Anatomy and Cell Biology, Department of Molecular Embryology, Albert-Ludwigs-Universität Freiburg, 79104 Freiburg, Germany.
2Cajal Institute, CSIC, Madrid, Spain.
3University of Torino, Department of Neuroscience "Rita Levi Montalcini", Torino, Italy; Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (NICO), Orbassano, Torino, Italy; National Institute of Neuroscience (INN), Torino, Italy

Ricerca

Lesioni traumatiche: una review per chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA

Chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA può permettere di modularli a fini terapeutici, ad esempio per stimolare la ricrescita assonale o per modulare la neuroinfiammazione nelle lesioni traumatiche. La review - a firma di Matilde Ghibaudi, Marina Boido e del nostro direttore Alessandro Vercelli - è scaricabile gratuitamente fino a dicembre.

6 novembre 2017