Settimana del Cervello 2016

Condividi su
14/03/2016
Settimana del Cervello 2016

Brain Awareness Week
SETTIMANA DEL CERVELLO 2016

SIAMO DAVVERO LIBERI?
Le neuroscienze della libertà e del libero arbitrio

14 > 19 marzo 2016
Circolo dei Lettori | Via Bogino 9, Torino

Esiste o non esiste il libero arbitrio? Fino a che punto i geni e l’ambiente condizionano il nostro comportamento? È un dibattito che ha anche visto personaggi del calibro di Spinoza e Lombroso partecipare al dibattito filosofico e teologico.
In che modo la struttura e le nostre funzioni cerebrali influenzano le nostre decisioni?
Siamo davvero liberi o siamo sottoposti a condizionamenti interni (la genetica) ed esterni (l’ambiente e le nostre esperienze)?
In che modo geni e ambiente, natura e cultura modificano il cervello attraverso l’epigenetica? Siamo completamente responsabili delle nostre azioni? Il comportamento criminale è geneticamente determinato?
Queste domande sono oggetto di indagine dal punto di vista del neurobiologo, del neuropsicologo e del neuropsichiatra, con uno sguardo sulla storia dell’antropologia criminale di Cesare Lombroso.

lunedì 14 marzo
LIBERO ARBITRIO: CHI È CHE DECIDE IN ME?
Filippo Bogetto - Dipartimento di Neuroscienze Rita Levi-Montalcini dell’Università di Torino
SALA GIOCO - h 18.00
Le indagini sulle attività cerebrali connesse ai processi decisionali e in differenti condizioni psicopatologiche suggeriscono nuovi modi di esplorare il libero arbitrio, oltre la contrapposizione storica fra uomo libero e uomo completamente determinato da catene causali che non controlla. Quali sono le responsabilità morali e giuridiche che ne derivano?

martedì 15 marzo
LUDWIG WITTGENSTEIN E L’ATTIZZATOIO: AZIONI E INTENZIONI
Cristina Becchio e Francesca Garbarini - Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino
SALA GRANDE - h 18.00
A Cambridge, la notte del 25 ottobre 1946, discutendo con Karl Popper, Ludwig Wittgenstein afferrò un attizzatoio. Non si sa se per minacciare Popper o solo per gesticolare, né se Bertrand Russel intervenne a calmare le acque. Ma l’aneddoto offre il pretesto per discutere su intenzionalità, azione e consapevolezza.
Come comprendiamo le intenzioni altrui? Siamo consapevoli di ciò che facciamo o delle azioni che intendiamo svolgere? È possibile attribuire l’azione di un altro a se stessi?

mercoledì 16 marzo
CRIMINALI SI NASCE O SI DIVENTA?
Silvano Montaldo -Direttore del Museo Cesare Lombroso, Università di Torino
SALA GIOCO - h 18.00
La proposta di riforma del sistema penale verso la fine dell’Ottocento si basava sulle teorie di Lombroso per le quali se il delinquente-nato, il cui sviluppo incompleto impediva la nascita delle qualità morali, era irresponsabile delle proprie azioni, il diritto di punire doveva essere riformulato sul principio della difesa sociale. Il tema della libertà di scelta del reo fu a lungo dibattuto da giuristi, filosofi, psichiatri e criminologi.

venerdì 18 marzo
TRA GENI ED ESPERIENZA
Annalisa Buffo - Dipartimento di Neuroscienze Rita Levi-Montalcini e Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi dell’Università di Torino
SALA GRANDE - h 18.00
I geni influenzano personalità e comportamento, ma anche i fattori ambientali producono cambiamenti stabili nell’espressione genica: un nuovo livello di regolazione chiamato epigenetica è emerso come un potente modulatore dell’espressione dei nostri geni. Questo livello di regolazione non influenza la sequenza del DNA ma attraverso modificazioni dette epigenetiche, le esperienze stabiliscono tracce che possono essere trasmesse alla prole.

sabato 19 marzo
CERVELLI CHE PENSANO AL FUTURO
SALA GRANDE - h 18.00
Giovani neuroscianziati italiani che lavorano tra Europa e Stati Uniti.
Chi sono e quali tecnologie innovative usano?
Con Gionata Strigaro, vincitore del Premio Fasolo 2015, Dipartimento di Medicina Traslazionale, Università del Piemonte Orientale, Novara; Riccardo Beltramo - Howard Hughes Medical Institute, University of California, San Diego, USA Gabriele Deidda, School of Biosciences, Cardiff University, UK; Elena Parmigiani, Dipartimento di Biomedicina, Universität Basel, Basilea, Svizzera; conduce Piero Bianucci.

La Settimana del Cervello è completata da due eventi che di svolgono
nell’Aula Magna della Cavalleriazza Reale, Università di Torino - Via Verdi 9, Torino
Giovedì 17 marzo

h 14:00
LA COMPLESSITÀ DEI CIRCUITI NERVOSI - DIALOGHI TRA CELLULE NEL CERVELLETTO
Ferdinando Rossi Lecture on Neuroscience
Alexandra L. Joyner - Sloan-Kettering Center di New York

h 17:45 nell’ambito di GiovedìScienza
VIAGGIO NELLA MENTE
DOVE SI NASCONDONO IL GENIO, L’AMORE E LA LIBERTÀ
Piero Angela - giornalista e scrittore

> scarica il pieghevole

Associazione CentroScienza
Tel. 011 8394913 | info@centroscienza.it
centroscienza.it/settimana_cervello16 - dana.org

La Settimana del Cervello 2016 a Torino è promossa da CentroScienza Onlus, con il sostegno della Compagnia di San Paolo, in collaborazione con Regione Piemonte, Istituto Nazionale di Neuroscienze,
Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi, NIT Centro Interdipartimentale di Neuroscienze e Dottorato in Neuroscienze dell'Università di Torino, Circolo dei Lettori.

La rassegna si svolge nell’ambito di un progetto internazionale promosso dalla DANA Alliance for Brain Initiatives e in Europa dalla FENS (Federation of European Neuroscience Societes).

Ricerca

Lesioni traumatiche: una review per chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA

Chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA può permettere di modularli a fini terapeutici, ad esempio per stimolare la ricrescita assonale o per modulare la neuroinfiammazione nelle lesioni traumatiche. La review - a firma di Matilde Ghibaudi, Marina Boido e del nostro direttore Alessandro Vercelli - è scaricabile gratuitamente fino a dicembre.

6 novembre 2017