Neuroendocrinologia

Condividi su

Gruppo guidato da Giancarlo Panzica

Neuroendocrinologia
Marilena Marraudino

Marilena Marraudino

PostDoc Fellow

Contacts:

Skype: Chiama mari_lena88
e-mail: marilena.marraudino@unito.it

Curriculum Vitae

Born in Tricarico (MT) on 08.06.1988. Italian.

Education
2018. PhD in Neuroscience, University of Turin, Italy.
2013. Master’s Degree in Biology Applied to Biomedicine cum curriculum Neurobiological, University of Pisa, Italy
2011. Bachelor’s Degree in Molecular Biological Sciences, University of Pisa, Italy.

Personal Statement
My academic training and research experience have provided me with an excellent background in multiple biological disciplines including molecular biology, neurobiology, neuroendocrinology, and animal behavior. As an undergraduate, I conducted research with Dr. Alessandro Sale, CNR of Pisa, on the fluoxetine treatment as promoter of functional recovery in a rat model of cervical spinal cord injury (Scali et al., 2013, Scientific Reports, 3:2217).

During my PhD, I attended my doctoral studies at the University of Turin in Panzicas’s lab, Laboratory of Neuroendocrinology, University of Turin from 2014 to 2018. My PhD thesis was focused on the study of the distribution of Kisspeptin system within Hypothalamic Paraventricular Nucleus and defining the consequences of early exposure to genistein on several behavioral and neural parameters in mice. My training has centered on the studies of behavioral and hypothalamic neural systems related to reproduction and metabolic regulations. My results have been published in international journals [M.Marraudino et al., 2019, IJMS, 18;20(10); M.Marraudino et al., 2018, Brain Research, 1;1688:8-14; M. Marraudino et al., 2017, Journal of Anatomy, 230(6):775-786].

After the PhD degree, I became postdoctoral fellows at the Department of Neuroscience, University of Turin, and I’m currently working in my laboratory at the Neuroscience Institute CavalieriOttolenghi (NICO) in Orbassano (TO), under the supervision before of Prof. Giancarlo Panzica, and after of Prof. Stefano Gotti. In these years, I followed several lines of research, contributing significantly to studies on the role of endocrine disruptors. My interest has mainly focused on genistein, and in the estradiol regulation on different brain functions. In addition, during these years, I was committed to developing strong international collaborations, without my supervisors, aimed at studying the morphological distribution of the membrane estrogen receptor, GPER30, whose data have recently been published (M.Marraudino et al., Neuroendocrinology. 2020 June; R. Llorente, M. Marraudino et al., Frontiers in Endocrinology. 2020 July). 

During my doctoral studies and in my years as a postdoc I have acquired a number of laboratory skills, including performing in vitro and in vivo studies, some surgical procedures, preparing tissue samples and processing them by immunohistochemistry, and organizing data for presentation after confocal imaging and counting. I demonstrated my ability both to learn new skills, and to understand the complexity of biological models in vivo.

Academic training and Research experience

1st January/present. Annual Post Doctoral Fellowship awarded, Umberto Veronesi Foundation, Neuroscience Institute CavalieriOttolenghi (NICO), Orbassano (TO), University of Turin. Supervisor: Prof. Giancarlo PANZICA, Department of Neuroscience ‘Rita Levi Montalcini’, University of Turin, Turin, Italy.

2019/2020. Post Doctoral Fellowship, Department of Neuroscience ‘Rita Levi Montalcini’ University of Turin. Supervisor: Prof. Stefano GOTTI, Department of Neuroscience ‘Rita Levi Montalcini’, University of Turin, Turin, Italy.

2018/2019.Post Doctoral Fellowship, Department of Neuroscience ‘Rita Levi Montalcini’ University of Turin. Supervisor: Prof. Giancarlo PANZICA, Department of Neuroscience ‘Rita Levi Montalcini’, University of Turin, Turin, Italy.

2017. Training stay in the laboratory of Daniela GRASSI, Universidad Europea de Madrid, Basic Biomedical Science, Madrid, Spain.

2016/2017. Research Scholarships by CRT Foundation (Dep. Neuroscience, University of Turin), ‘Role of pituitary neuropeptides and gonadal hormones in Attention Deficit / Hyperactivity Disorder (ADHD)’. Supervisor: Dr. Stefano GOTTI.

2016. Cost Action GNRH Network, Short term Scientific Missions in Madrid, Spain.

January 1st­ - March 31th, 2016.Training stay, ‘The effects of Genistein on neuronal differentiation in vitro’, in the laboratory of Prof. Luis Miguel GARCIA SEGURA, Cajal Institute, Neuroactive steroids, Madrid (Spain).

2016. Grant Erasmus+ (Madrid, Spain).

January 15th­ - July 15th, 2016. Training stay awarded by Erasmus+ in the laboratory of Prof. Paloma COLLADO, National Distance Education University (UNED), Department of Psychology, Madrid (Spain).

2015. Cost Action GNRH Network, Short term Scientific Missions.

March 16th - ­June 3th, 2015.Training stay,  ‘Kisspeptin, NPY and MSH systems, as targets for the action of the obesogenic food compound, genistein’, in the brain in the laboratory of Dr. Matthieu KELLER, INRA, Neuroendocrinologie des Interactions et Comportements Sexuels, Tours (France).

Teaching activities

A.Y. 2019/20, 2020/21 Contract professor of Neuroanatomy and Imaging; University of Turin, Department of Life Sciences and Systems Biology, degree course of Cellular and Molecular Biology.

A.Y. 2020/21 Teaching assistant of Human Anatomy; University of Turin - Faculty of Medicine, Department of Surgical Sciences, degree course of “Tecniche Audiometriche”, of “Tecniche Audioprotesiche” and of Neurophysiopathology with Dr. Luca Guglielmo PRADOTTO.

A.Y. 2017/18 to 2020/21 Contract professor of Histology; International College of Osteopathic Medicine (ICOM), Turin, Italy.

News

Fondazione Umberto Veronesi premia 3 ricercatrici del NICO

Ci sono 3 ricercatrici del NICO tra i 138 ricercatrici e ricercatori di università e centri di ricerca italiani e stranieri premiati da Fondazione Umberto Veronesi oggi, 12 maggio, nell’Aula Magna dell’Università Statale di Milano. Chiara La Rosa, Marilena Marraudino e Roberta Parolisi sono tra gli 8 vincitori del bando pubblico per il finanziamento di una borsa di ricerca annuale che svilupperanno il loro progetto all'Università di Torino.

12 Maggio 2022

Esposizione cronica al bisfenolo A in gravidanza: come le plastiche possono alterare encefalo e comportamento sociale

L’esposizione cronica per un periodo che copre gravidanza e allattamento, a una dose di BPA pari a quella indicata come dose tollerabile giornaliera (TDI) dall’EFSA (European Food Safety Authority) causa nelle femmine di topo alterazioni sia a livello comportamentale che encefalico.
I risultati dello studio realizzato dai nostri ricercatori del gruppo di Neuroendocrinologia e pubblicati sull’European Journal of Histochemistry suggeriscono quanto sia urgente adottare misure più stringenti nell'utilizzo di BPA, a tutela della salute di tutti.  

12 Gennaio 2022

Anoressia nervosa: Marilena Marraudino del NICO vince la borsa BBRF per indagare gli effetti della soia in gravidanza

La nostra ricercatrice Marilena Marraudino, del gruppo di ricerca NICO di Neuroendocrinologia, è tra i 150 vincitori della borsa di ricerca biennale con cui la Brain & Behavior Research Foundation sostiene il lavoro di promettenti giovani scienziati con idee innovative nella ricerca sulla salute mentale.
Il progetto della dr.ssa Marraudino - selezionato tra 788 candidature -  è uno dei 7 scelti nella categoria ricerca di base nei disordini alimentari

6 Dicembre 2021

World Food Day: i nostri studi sugli effetti dei fitoestrogeni

Accendere i riflettori sulla malnutrizione legata alla povertà, sulla sicurezza alimentare ma anche sull’importanza di una dieta corretta, soprattutto dove il cibo è superfluo e talvolta viene sprecato. È questo l'obiettivo della Giornata mondiale dell'alimentazione che si celebra ogni anno il 16 ottobre.
L'edizione 2021 ci ricorda come ognuno di noi sia responsabile, con le sue azioni, per diminuire l'impatto ambientale, lo spreco e i costi sanitari dovuti a una cattiva alimentazione.
Per noi un'occasione per parlarvi degli effetti dei fitoestrogeni. Mentre la comunità scientifica si interroga da tempo sulla pericolosità per la salute degli Interferenti Endocrini di natura sintetica, molto meno conosciuto (e indagato) è il fatto che anche alcune molecole di origine naturale come i fitoestrogeni - tra questi la Genisteina (GEN) - particolarmente abbondanti negli alimenti a base di soia, possano avere azioni analoghe agli IE sintetici.
Data la grande diffusione della soia, i nostri ricercatori del gruppo gruppo di Neuroendocrinologia si sono chiesti quali possano essere gli effetti a lungo termine dell'assunzione della GEN nel periodo neonatale. Le risposte nello studio pubblicato su Metabolites.

16 Ottobre 2021

Obesity Day: sotto accusa dieta e vita sedentaria, ma anche i fattori ambientali

Molti ricercatori sono convinti che l’aumento quasi esplosivo dell’obesità non sia da attribuire solo alle abitudini di vita e alla dieta. Come per altre patologie complesse possono infatti essere implicate anche altre cause, come i fattori ambientali.

Il gruppo NICO di Neuroendocrinologia guidato dal prof. Giancarlo Panzica si occupa da anni dello studio degli interferenti endocrini: sostanze chimiche di origine naturale o industriale a cui siamo esposti quotidianamente e che possono alterare il nostro sistema endocrino

10 Ottobre 2021

Fitoestrogeni: l’assunzione precoce di Genisteina causa alterazioni riproduttive e del metabolismo

La comunità scientifica si interroga da tempo sulla pericolosità per la salute degli Interferenti Endocrini di natura sintetica. Tuttavia, molto meno conosciuto (e indagato) è il rischio che anche alcune molecole di origine naturale come i fitoestrogeni - particolarmente abbondanti negli alimenti a base di soia - possano avere azioni analoghe agli IE sintetici. 

Data la grande diffusione del latte di soia, i nostri ricercatori del gruppo di Neuroendocrinologia, guidato dal prof. Giancarlo Panzica, si sono chiesti quali possano essere gli effetti a lungo termine della Genisteina (GEN) assunta nel periodo neonatale, una fase critica per lo sviluppo dei circuiti neurali che sono sotto il controllo degli ormoni gonadici. Le risposte nello studio pubblicato su Metabolites.

4 Agosto 2021