Premio Aldo Fasolo

Condividi su
15/12/2016
Premio Aldo Fasolo

Cerimonia di premiazione della II edizione del Premio Aldo Fasolo

venerdì 16 dicembre - ore 15.00
Accademia delle Scienze, Sala dei Mappamondi
Via Accademia delle Scienze 6 - Torino

a seguire la tavola rotonda “Il labirinto della comunicazione scientifica”
coordina Piero Bianucci, con la partecipazione di: Silvia Rosa-Brusin (TG Leonardo), Giulia Alice Fornaro (fisica, giornalista e divulgatrice scientifica, Agorà Scienza) e Beatrice Mautino (biotecnologia, giornalista e divulgatrice scientifica).

Premio Aldo Fasolo 2016 - Dalila Burin

Valorizzare l’impegno di giovani ricercatori nell’ambito della ricerca e della divulgazione in Neuroscienze. Questo l’obiettivo del Premio intitolato allo scienziato e abile divulgatore Aldo Fasolo, assegnato per la sua seconda edizione a Dalila Burin per lo studio “Alla ricerca del sé corporeo, tra patologie neurologiche e manipolazioni sperimentali”.

Il Premio, del valore di 1.500 Euro, è riservato a giovani dottorandi e dottori di ricerca attivi nel campo delle neuroscienze, con l’obiettivo di favorirne la visibilità e di incoraggiare l’impegno e l’attenzione per la comunicazione in campo scientifico. In coerenza con questi obiettivi, sono stati selezionati 39 candidati sulla base del merito scientifico e 10 finalisti sono stati invitati a descrivere la propria ricerca con un breve video.

Il Premio Aldo Fasolo è istituito dal Dottorato in Neuroscienze dell’Università di Torino ed è realizzato grazie al contributo della Compagnia di San Paolo e alla collaborazione di DBios, Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi e Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Torino, CentroScienza Onlus, NICO - Fondazione Cavalieri Ottolenghi, Associazione Mente e Cervello e Accademia delle Scienze di Torino.

La Giuria, presieduta da Gianmaria Ajani, Rettore dell’Università di Torino, e composta da Enrico Alleva, Vincenzo Barone, Piero Bianucci e Telmo Pievani, ha inoltre assegnato due premi speciali, di 500,00 Euro ciascuno: alla dott.ssa Alice Laroni dell'Università di Genova, per l'ottimo equilibrio tra chiarezza espositiva e originalità narrativa, e alla dott.ssa Eleonora Vannini, Università Humanitas (Rozzano, Milano) per la capacità di suscitare interesse e l'originalità dell'idea divulgativa.

Per informazioni: dottorato.neuroscienze@unito.it

 

Agenda

13 maggio 2022

RICERCA

Esposizione cronica al bisfenolo A in gravidanza: come le plastiche possono alterare encefalo e comportamento sociale

L’esposizione cronica per un periodo che copre gravidanza e allattamento, a una dose di BPA pari a quella indicata come dose tollerabile giornaliera (TDI) dall’EFSA (European Food Safety Authority) causa nelle femmine di topo alterazioni sia a livello comportamentale che encefalico.
I risultati dello studio realizzato dai nostri ricercatori del gruppo di Neuroendocrinologia e pubblicati sull’European Journal of Histochemistry suggeriscono quanto sia urgente adottare misure più stringenti nell'utilizzo di BPA, a tutela della salute di tutti.  

12 gennaio 2022