Olimpiadi delle Neuroscienze: Luca Inguaggiato 12° alla finale mondiale in Australia

Condividi su
20/08/2015
Olimpiadi delle Neuroscienze: Luca Inguaggiato 12° alla finale mondiale in Australia

Luca Inguaggiato, finalista delle Olimpiadi delle Neuroscienze 2015, si è classificato 12° alla International Brain Bee, il campionato mondiale vinto dall'australiana Jade Pham.
La finale internazionale si è svolta dal 20 al 26 agosto presso l'Università James Cook di Cairns, in Australia, e ha visto in gara gli studenti di 23 paesi: Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea, Emirati Arabi, Germania, Giappone, Grenada, India, Iran, Israele, Italia, Macao, Malesia, Nepal, Nuova Zelanda, Nigeria, Polonia, Romania, Singapore, Ucraina e USA.

Altissimo il livello di preparazione richiesto: i giovani partecipanti hanno affrontato 5 prove, rigorosamente in inglese, preparandosi su testi consigliati dal comitato organizzatore australiano.
I finalisti si sono cimentati su domande di neuroanatomia umana e dei roditori - inclusa la prova di riconoscimento delle strutture encefaliche svolta su 10 campioni autoptici umani - neuroistologia umana e murina, sui geni coinvolti nello sviluppo del sistema nervoso e infine sulla diagnosi di patologie del sistema nervoso.

Luca si è distinto in tre prove di anatomia e patologia umana: Anatomy Challenge, Short Answer Challenge e Patient Diagnosis Challenge. Al termine di questa emozionante e faticosa avventura Luca rientra al Liceo Scientifico Antonelli di Novara: lo aspetta il quarto anno dell'indirizzo Scienze Applicate.

Le Olimpiadi delle Neuroscienze

Luca, studente della classe 3F del Liceo Scientifico Antonelli di Novara, è approdato al campionato mondiale in Australia dopo aver superato le tre selezioni delle Olimpiadi delle Neuroscienze, coordinate a livello nazionale dall'Università di Brescia.

La prima, la fase locale, a febbraio presso le scuole. A marzo ha superato la selezione regionale di Torino, organizzata in Piemonte da noi del NICO.

Luca, insieme a Carlo Prosperino e Elena Savoini – anche loro del Liceo Antonelli di Novara – ha infine partecipato alla gara nazionale di aprile, svoltasi all'Università di Brescia, aggiudicandosi il posto e il biglietto per volare in Australia.

Ricerca

Lesioni traumatiche: una review per chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA

Chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA può permettere di modularli a fini terapeutici, ad esempio per stimolare la ricrescita assonale o per modulare la neuroinfiammazione nelle lesioni traumatiche. La review - a firma di Matilde Ghibaudi, Marina Boido e del nostro direttore Alessandro Vercelli - è scaricabile gratuitamente fino a dicembre.

6 novembre 2017