Gemelle, ma diverse: come nascono e si rinnovano le cellule che formano la mielina del cervello

Condividi su
11/09/2014
Gemelle, ma diverse: come nascono e si rinnovano le cellule che formano la mielina del cervello

Gemelle, ma diverse: come nascono e si rinnovano le cellule che formano la mielina del cervello

Individuato un nuovo meccanismo per potenziare il riparo della guaina mielinica nel cervello anziano e nelle patologie demielinizzanti come la Sclerosi Multipla

Alterazioni della mielina, il rivestimento che permette la conduzione dei segnali nervosi, causano malattie molto gravi, come la Sclerosi Multipla, e contribuiscono al declino cognitivo durante l'invecchiamento.

I progenitori degli oligodendrociti - le cellule che generano la mielina - si comportano come cellule staminali e proliferano attraverso una divisione asimmetrica, generando due cellule figlie gemelle ma già diverse e predestinate alla nascita: una rimarrà progenitore e continuerà a dividersi, mentre l'altra procederà verso la produzione di mielina. Agendo sui meccanismi che regolano questa divisione è possibile quindi ri-determinare il destino delle cellule, "reindirizzandole" allo scopo di aumentare il numero di quelle che maturando generano la mielina.

Sono i risultati della ricerca guidata da Enrica Boda e Annalisa Buffo del NICO in collaborazione con i ricercatori dell'Università Statale e del CNR di Milano (rispettivamente Maria Pia Abbracchio e Patrizia Rosa) e dell'Università di Basilea. [ leggi il comunicato stampa ]

Nella foto le ricercatrici che hanno firmato la pubblicazione, da sinistra: Annalisa Buffo, Enrica Boda e Silvia Di Maria.

BODA_GLIA

GLIA, 11 September 2014
Early phenotypic asymmetry of sister oligodendrocyte progenitor cells after mitosis and its modulation by aging and extrinsic factors
Enrica Boda,1 Silvia Di Maria,1 Patrizia Rosa,2 Verdon Taylor,3 Maria P. Abbracchio,4 and Annalisa Buffo1

1Department of Neuroscience, Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (NICO), Università degli Studi di Torino, Regione Gonzole, 10-10043, Orbassano (Turin), Italy; 2CNR-Institute of Neuroscience, Department of Medical Pharmacology, University of Milan, Milan, Italy; 3Embryology and Stem Cell Biology, Department of Biomedicine, University of Basel, CH-4058, Basel, Switzerland; 4Laboratory of Molecular and Cellular Pharmacology of Purinergic Transmission, Department of Pharmacological and Biomolecular Sciences, Università degli Studi di Milano, 20133, Milan, Italy.

Agenda

26 luglio 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

14 novembre 2019

BraYn 2019 - dal 14 al 16 novembre a Milano

Fino al 31 luglio è possibile sottomettere gli abstract per la seconda conferenza annuale dei giovani neuroscienziati, in programma a Milano dal 14 al 16 novembre 2019.

Sportello LESIONI SPINALI

Paziente tetraplegico operato al CTO di Torino torna a usare le mani

Una notizia che abbiamo letto tutti di recente sui giornali. Noi del NICO abbiamo la fortuna di collaborare da anni con il dott. Bruno Battiston e il prof. Diego Garbossa - i chirurghi che hanno svolto l'operazione - e ci siamo fatti spiegare bene in cosa consiste l’intervento, quale era la situazione del paziente e quali saranno i possibili risultati. 
Tutto questo al di là delle semplificazioni e dei titoli roboanti dei giornali, comprensibilmente utilizzati per attirare l’attenzione dei lettori.

11 giugno 2019