Premio Aldo Fasolo 2017 - cerimonia di premiazione

Condividi su
06/12/2017
Premio Aldo Fasolo 2017 - cerimonia di premiazione

Premio Aldo Fasolo 2017
per l’impegno di giovani ricercatori nell’ambito della ricerca e della divulgazione in Neuroscienze  

Favorire la visibilità scientifica di giovani studiose e studiosi nell’ambito delle neuroscienze e incoraggiare dottorandi e giovani dottori a comunicare i loro risultati. È l'obiettivo del Premio che il Dottorato in Neuroscienze dell'Università di Torino ha dedicato ad Aldo Fasolo.

La premiazione della terza edizione è in programma:

Mercoledì 6 dicembre - ore 15:00
Sala dei Mappamondi, Accademia delle Scienze di Torino
Via Accademia delle Scienze 6, Torino

Introduzione a cura del Prof. Marco Sassoè, Coordinatore del Dottorato in Neuroscienze

Saluti
Prof. Alberto Piazza, Presidente dell'Accademia delle Scienze di Torino
Prof. Gianmaria Ajani, Rettore dell'Università di Torino
Prof. Alberto Conte, Consigliere della Compagnia di San Paolo

15:30 - 16:10  
Conferimento del Premio Aldo Fasolo 2017 a Nicole Corsi
Università degli Studi di Verona, University of Maryland Baltimore - USA, Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milano

Conferenza della dott.ssa Nicole Corsi
“L'affascinante mondo del placebo e nocebo”  

16:10 - 16:30
Consegna dei Premi Speciali della Giuria a:
Mara Andrione , Università di Trento, IMP Vienna Biocenter, Austria
Alessandro Benedetto , Università di Firenze e Università di Pisa 

16:30 - 17:10
“Neuroscienze e documentario”
Enrico Cerasuolo, Documentarista, Zenit Arti Audiovisive

Ingresso libero
Per info contattare dottorato.neuroscienze@unito.it

con il contributo di:

loghi

Agenda

15 dicembre 2017

NICO Progress Report

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento dal 10 febbraio fino a dicembre, ogni due venerdì.

Ricerca

Lesioni traumatiche: una review per chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA

Chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA può permettere di modularli a fini terapeutici, ad esempio per stimolare la ricrescita assonale o per modulare la neuroinfiammazione nelle lesioni traumatiche. La review - a firma di M. Ghibaudi, M. Boido e del nostro direttore A. Vercelli - è scaricabile gratuitamente fino a dicembre.

6 novembre 2017