EmergenzAlzheimer, Chieri

Condividi su
Data dell'evento: 14/03/2015
chieri

Sabato 14 marzo 2015
Convegno
EmergenzAlzheimer - Tra realtà e futuro
Chieri
Sala Conceria, Via della Conceria 2

Con il supporto e la collaborazione del Rotary Club di Chieri
E' previsto il rilascio di 2 crediti ECM

 
Fornire un quadro sul livello delle attività di ricerca e dell'assistenza socio-sanitaria e promuovere una gestione integrata delle diverse competenze al fine di acquisite stimoli, conoscenze e nuove prospettive per la diagnosi e cura delle demenze, portando vantaggi in termini di efficienza ed efficacia della prestazione sanitaria.
Questo l'obiettivo del convegno organizzato dall'Associazioni AMA di Chieri e di Biella, che da oltre un decennio forniscono gratuitamente consulenza specializzata ai malati, alle famiglie e agli operatori del settore e si propongono di avviare una collaborazione con le Aziende Sanitarie Locali con le quali condividono gli obiettivi.
Tra i relatori, il direttore del NICO Alessandro Vercelli darà un aggiornamento su obiettivi e progressi delle nostre ricerche. Elena Tamagno parlerà invece della "proteina Beta amiloide: la "primula rossa" della malattia di Alzheimer".
L'evento, aperto al pubblico, è rivolto in particolare ai Medici di Medicina Generale, di Famiglia, di continuità assistenziale, Geriatri, Psichiatri, Specialisti Neurologi e Psicologi e Infermieri, Fisioterapisti e Farmacisti.
Per i professionisti è previsto il rilascio di crediti ECM.

scarica il programma

Iscrizione gratuita (fino a esaurimento posti) entro il 20 febbraio 2015
Il modulo di iscrizione (scheda in pdf) deve pervenire entro il 20.02.2015 alla segreteria organizzativa
mediante fax al numero 011 9452 089 oppure e-mail: segreteria@amalzheimer.it

Segreteria Organizzativa:
AMA Associazione Malati di Alzheimer - via Tana, 5 Chieri (To)
Tel. 3316 339 064 |e-mail: direttivo@amalzheimer.it - segreteria@amalzheimer.it

www.alzheimer.it

Ricerca

Lesioni traumatiche: una review per chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA

Chiarire la complessità delle funzioni dei miRNA può permettere di modularli a fini terapeutici, ad esempio per stimolare la ricrescita assonale o per modulare la neuroinfiammazione nelle lesioni traumatiche. La review - a firma di Matilde Ghibaudi, Marina Boido e del nostro direttore Alessandro Vercelli - è scaricabile gratuitamente fino a dicembre.

6 novembre 2017